Giugno 13, 2024

Oggi Storm Thorgerson avrebbe compiuto 80 anni. Per rendergli omaggio abbiamo intervistato Rupert Truman, direttore degli StormStudios (insieme a Dan Abbott e Peter Curzon) che ci ha fornito anche qualche scatto inedito.

Storm che scherza fuori dalla mostra di Chicago. Foto © Rupert Truman

FC: Come è iniziata la tua collaborazione con Storm?

RT: Ho conosciuto Storm tramite il mio amico fotografo (ora DOP) Tony May. L’ho assistito nei lavori con Storm e anche in altri tipi di commissioni, imparando moltissimo sull’illuminazione e sul business in generale. Lentamente sono stato sempre più coinvolto nel lavoro degli StormStudios, nella ricerca delle location, ecc. Ho vissuto con le teste do The Division Bell, fuori Ely, per diverse settimane mentre erano in piedi e venivano fotografate nelle più diverse condizioni meteorologiche. Col passare del tempo, Tony è diventato sempre più impegnato con il suo lavoro cinematografico, il che complicò il suo rapporto con Storm, a cui piaceva che il suo fotografo fosse sempre pronto per lui. All’inizio degli anni ’90, ho praticamente preso il suo posto.

FC: Ti ha lasciato un’eredità “pesante” negli StormStudios. Penso che sia un onore.

RT: Grazie. Peter Curzon, Dan Abbott e io siamo più impegnati che mai. Conosciamo bene l’eredità e la sua importanza, anche se il lockdown ha piuttosto fermato i nostri progetti espositivi. Speriamo di riprendere ad esporre in giro per l’Europa (e oltre) nel prossimo anno o al massimo due.

FC: Sarebbe troppo lungo parlare di tutti i lavori che hai realizzato per i Pink Floyd. Ne ho scelti alcuni. Nell’artwork di Echoes The Best Of del 2001 la cameriera piange. Conosci il motivo?

RT: Non ho mai pensato al motivo per cui la cameriera pianga. Direi che è semplicemente una delle tante pose che avevamo provato quel giorno. A Storm non sono mai piaciuti i ritratti semplici, quindi è giusto che il suo viso sia in gran parte nascosto dalla sua mano. Aggiunge anche un senso di mistero per catturare l’interesse di coloro che osservano l’opera d’arte! Le nostre immagini tendono ad essere come fotogrammi di un film, lasciando lo spettatore a contemplare cosa sta succedendo nella storia. C’è molto da guardare in questa particolare copertina.

FC: Per il 30° anniversario di The Dark Side Of The Moon è stato pubblicato un singolo di Money in SACD dove si vede riflesso un volto umano. Sai dirmi chi è?

RT: Lo scatto è stato fatto nel laboratorio di vetro colorato dove è stata realizzata la scultura. Penso che fosse uno dei membri dello staff del workshop. Non posso dirti esattamente chi fosse, perché non l’ho mai conosciuto.

FC: Passiamo all’altro SACD, quello che contiene l’album. Un altro volto umano riflesso all’interno della custodia. Di chi si tratta?

RT: Penso che sia il nostro Dan Abbott, che è intervenuto dopo, almeno credo.

In Nuova Zelanda sul treno che saliva sulle montagne dell’Isola del Sud da Christchurch a Greymouth. Foto © Rupert Truman

FC: In tutti questi anni passati con Storm avrai sicuramente un aneddoto o una curiosità che non conosciamo.

RT: Le sessioni di Echoes, menzionate sopra, sono state una giornata memorabile sulle rive del fiume Cam. Storm e io ci siamo quasi “lasciati” quel giorno perché lui era in uno dei suoi stati d’animo come dire… “difficili”. Ero completamente stufo di lui e ne avevo avuto abbastanza. Gli dissi che stavo andando via e camminai su per la collina fino alla macchina. Mi diressi verso il sud della Francia, dove la mia famiglia era in vacanza, ma Storm mi pregò di tornare e finire le sessioni, cosa che alla fine feci. Da quel momento in poi siamo andati molto d’accordo. Gli piaceva mettere alla prova le persone e vedere quale fosse il loro limite e quel giorno io, avevo raggiunto il mio. Il suo ictus è avvenuto un paio d’anni dopo e questo lo ha piuttosto ammorbidito. Quando si è ripreso dopo l’ictus, abbiamo viaggiato molto per mostre, servizi fotografici, conferenze, ecc. Aveva una lista di cose da fare, di posti che voleva vedere e così abbiamo iniziato a spuntarla una ad una. Siamo andati a Sydney per una mostra e ci siamo presi alcuni giorni per viaggiare in Nuova Zelanda dove voleva prendere il treno sopra le montagne da Christchurch a Greymouth. Un altro fantastico viaggio in treno che abbiamo fatto è stato da Chicago a San Francisco. Con il treno abbiamo impiegato diversi giorni di viaggio osservando paesaggi mozzafiato attraverso le montagne rocciose prima di scendere a San Francisco. Uno dei nostri più grandi piaceri era semplicemente viaggiare e vedere cose bellissime, sottolineandole: parte di ciò che facevamo insieme creando immagini era trovare, nelle parole di Storm, un paesaggio “particolare” in cui ambientare una scena.

Storm sul California Zephyr, il treno che va da Chicago a San Francisco. Foto © Rupert Truman

FC: Stai lavorando a qualche progetto in questo momento?

RT: Abbiamo appena finito di lavorare ad una copertina per Graham Gouldman, ancora segreta, quindi non posso mostrarla. Recentemente abbiamo fatto una copertina per Marsha Swanson, una vecchia amica di Storm e di sua moglie Barbie, e prima ancora una copertina per Ann Wilson e Tripsitter. Lavoro con Aubrey ‘Po’ Powell e recentemente sono stato a Oberhausen per presentare la mostra Hipgnosis, che ha circa 200 immagini esposte su 3 piani. Negli ultimi anni, nel suo ruolo di direttore artistico dei Pink Floyd, Po ha assunto me per fare le copertine e Peter Curzon per fare il lavoro di grafica e design. Una collaborazione che ha generato delle meravigliose opere d’arte. Realizzo anche stampe d’arte per molte mostre di Hipgnosis (Groninger e Oberhausen sono due mostre recenti che presentano le mie stampe). Sono coinvolto nel film su Syd Barrett, Have You Got it Yet, che Storm e io abbiamo iniziato a realizzare prima della sua morte nel 2013. Storm ha lasciato a me il compito di finirlo. Ho chiamato Roddy Bogawa nel ruolo di regista. È un buon amico e un regista di talento che ha realizzato il film “Taken by Storm” su Storm e che è stato coinvolto nella pianificazione iniziale del film. Il film è uscito nelle sale di tutto il mondo ed è andato in onda sul canale ‘Arte’ in Francia e Germania e su Sky nel Regno Unito. Stiamo attualmente lavorando su altri modalità di fruizione che promuoveremo nel prossimo mese o giù di lì. Adesso ti mostro alcune foto molto curiose.

Foto © Rupert Truman

Storm supervisionava Dan, che stava disegnando l’immagine per “Planet Anthem”, una copertina per i Disco Biscuits, sulla Muizenberg Beach, Cape Town.

Rupert Truman
Foto © Rupert Truman

Questa è stata scattata durante le sessioni per la copertina di Audioslave a Lanzarote. Storm sta provando le posizioni in luoghi diversi per la figura nella copertina finale, che è lui con la maglia rossa.

Rupert Truman
Foto © Rupert Truman

Furono incaricati una serie di artisti per creare delle opere d’arte sugli elefanti da installare nelle zone di Londra. Questa era quella vicino allo studio su Hyde Park Corner.

Rupert Truman
Foto © Rupert Truman

Questa è stata scattata durante una sosta sul California Zephyr. Storm ha sempre voluto conoscere lo staff ovunque andasse e lei era la signora responsabile della nostra carrozza che si è presa cura di noi meravigliosamente durante il viaggio. Storm decise di regalargli una rosa rossa in segno di ringraziamento.

Rupert Truman
Foto © Rupert Truman

Questa è divertente! Storm e io siamo andati a Roma per incontrare le persone che allestivano la mostra dei Pink Floyd. Siamo andati a pranzo in un ristorante dove Storm ha spiegato allo chef come avrebbe voluto che fosse preparata la sua Arrabbiata. Lo chef è tornato con questo cappello, che Storm ha indossato durante tutto il pasto.

Rupert Truman

Intervista di Francesco Madonia. Traduzione a cura di Matteo Gherardi. Tutte le immagini sono state gentilmente fornite da Rupert Truman.

BUON COMPLEANNO STORM! by Francesco Madonia is licensed under CC BY-NC-ND 4.0

La Newslettr di Flaming Cow

Iscriviti per ricevere gli articoli direttamente nella tua casella di posta!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *