Giugno 13, 2024

Dopo aver preso parte ad alcune tournée con il padre, recentemente ha suonato tutto l’album The Final Cut a Roma come ospite dei Pink Floyd Legend e ne abbiamo approfittato per scambiare due parole

FC: Il tuo percorso artistico con tuo padre e i Pink Floyd inizia con The Wall. Eri molto piccolo quando hai registrato “Look, Mummy. There’s an aeroplane up in the sky.”, ma hai qualche ricordo?

HW: Ho ricordi di quando ero seduto sul tavolo da biliardo di papà mentre registrava i miei dialoghi. Ero molto piccolo, forse intorno ai 4 o 5 anni. Tuttavia, non posso dire con certezza che sia stato allora che ho registrato quelle specifiche battute.

FC: Escludendo la musica dei Pink Floyd, hai suonato con gli Ozric Tentacles, con Marianne Faithfull, e altri tuoi progetti. Ma qual è la tua “comfort zone musicale”?

HW: Bella domanda. Adoro suonare il jazz e qualsiasi tipo di musica che implichi l’improvvisazione. Ma amo anche lo studio del pianoforte classico, che ho iniziato a studiare con grande passione da circa 10 anni.

FC: L’anno scorso hai suonato l’album Animals con i Les Claypool’s Fearless Flying Frog Brigade, il tuo album preferito dei Pink Floyd. Hai ancora qualcosa in programma con questa super band?

HW: Lo spero davvero. So che Les sarà in tournée con i Primus quest’anno, quindi non ci sono programmi nel 2024 per un tour della Frog Brigade. Speriamo in futuro.

FC: Recentemente hai suonato The Final Cut con i Pink Floyd Legend in Italia, un album che divide i fan dei Pink Floyd. Secondo te è giusto considerarlo un lavoro solista di tuo padre?

HW: Sì, penso che hai ragione. Sembra davvero una continuazione di The Wall. Le canzoni sono state scritte nello stesso periodo di quelle che sono finite in quell’album. Per me non sembra una collaborazione. Sembra molto un disco solista di Roger Waters con i membri dei Pink Floyd come turnisti.

FC: Possiamo aspettarci un altro tour di tuo padre e magari ancora una volta con te al pianoforte?

HW: Chissà, dobbiamo aspettare e vedere!

Intervista di Francesco Madonia. Traduzione a cura di Matteo Gherardi. Foto di Marco Bozzato.

ERO SEDUTO SUL TAVOLO DA BILIARDO DI PAPA’ MENTRE REGISTRAVA I MIEI DIALOGHI by Francesco Madonia is licensed under CC BY-NC-ND 4.0

La Newslettr di Flaming Cow

Iscriviti per ricevere gli articoli direttamente nella tua casella di posta!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *